OMOFOBIA: SOLO PRECONCETTI

Quando avere un’identità sessuale opposta alla comunità ti condanna a morte. Il sultano del Brunei in linea con il Corano in tema di omosessualità

“Voglio vedere gli insegnamenti dell’Islam rafforzarsi in questo paese”.  Queste sono le parole del  sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, il quale ha approvato  leggi prese direttamente dal Corano che vanno ad opprimere gli omosessuali. Infatti per chi dovesse avere rapporti di questo genere è prevista una pena superiore al carcere: la lapidazione, ovvero la pena di morte. Questo episodio fa capire quanto nel 2019 l’omosessualità non sia accettata nel mondo al punto di condannare queste persone a morte, dimostrando l’ottusità di altrI e il doversi affidare a credi, a parer mio, “non razionali”.  Ciò che fa scalpore è che l’Islam non è l’unica religione a non accettarlo. L’omosessualità viene contrastata dalla religione cristiana, la quale la considera peccato, quando al contrario a rigor di logica dovrebbe accettare uomini e donne di ogni tipo.                                                                                                    

Molto probabilmente questi preconcetti non avranno mai fine per il semplice fatto che saranno radicati sempre in un modo o nell’altro nel pensiero comune e si lotterà sempre inutilmente per questa innocua diversità.


Scritto da Davide Nenci| Articolo postato il 01-06-2019
Invia un commento